Excite

Video Top 10, Sanremo Story

Febbraio. Tempo di Sanremo, tempo di festival. L’occasione per qualcuno di rilanciare la propria carriera in picchiata, per altri una possibilità di farsi conoscere al pubblico nazional-popolare.
Vi proponiamo, attraverso undici filmati, un pizzico di storia della kermesse che per una settimana, nonostante tutto, attira l’attenzione di milioni di telespettatori...

Cosa ci si poteva aspettare da un Festival che nel 1982 proponeva una sigla del genere? Il protagonista è un giovanissimo Pippo Franco.
Sempre in tema di sigle, questo è il gioca jouer. Preludio alle tre serate del 1981. Se non altro i telespettatori dell’epoca, dopo questo incipit, sapevano benissimo a cosa andavano incontro. Insomma per la serie: "E non dite che non vi avevamo avvertiti".
Ma…è lo zecchino d’oro, oppure il Festival? Ebbene sì. Il teatro è quello dell’Ariston e lei è una quattordicenne salernitana, Adriana Ruocco. Con “Sarò bellissima” sì piazzò seconda tra le nuove proposte nel 1996, ancora una partecipazione nel 1997 con la folkloristica “uguali uguali” accompagnata da un balletto Non è la Rai-style (il video). E non la rividerò più...
Uno dei momenti più alti nella pluri cinquantennale storia del festival. Polemica tra Donatella Rettore e Marcella Bella, sedata da un imbarazzato Vincenzo Mollica.
E’ il 1987 quando il presentatore dell’epoca (indovinate chi era) annuncia in diretta la morte di Claudio Villa.
Alla tenera età di 36 Giacomo Celentano, figlio di Adriano, si presenta al Festival di Sanremo nella sezione giovani! Questa è la sua inquietante esibizione sul palco dell’Ariston.
Di solito a salvare la settimana sanremese ci pensano gli ospiti, pagati fior di quattrini. Già, ma come la mettiamo quando gli ospiti si chiamano Placebo? E cosa si fa quando questi non si rendono conto di avere a che fare con il loro abituale pubblico, ma bensì con l’ingessata platea del teatro Ariston? La fine dell’esibizione è un pezzo di tragicomicità più unica che rara.
1996. Una delle serate prevede che i partecipanti propongano, in un minuto, la sintesi della propria canzone. C’è qualcuno che riesce però a cantare l’intero brano! In appena 55 secondi il gruppo Elio e le Storie tese stupisce l’Ariston con la versione supercompressa de “la terra dei cachi”.
Nitti e Agnello. Ma chi mai sarà stato Nitti. E chi Agnello? Un verso de “I ragazzi innamorati”, presentata a Sanremo nel 1998, dice “La gente che s’indigna…”. Già...
Indimenticabile esibizione delle Spice Girls nostrane: ragazze tutt'altro che spigliate e incapaci a cantare. Risultato? 4 minuti di stonature davvero imbarazzanti!

musica.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017