Excite

Visioni all’alba della fine del mondo

Il peso della storia recente a Berlino è più di un’atmosfera. Il crollo del muro non è un luogo comune da ricordare al momento giusto. Berlino è ancora la città del muro. Abbattuto, certo, ma ancora presente: come un errore che si spera non succeda più, come un post appeso al frigo che ricorda quello che non si deve fare. Come la foto di un dolore che non si vuol più soffrire. Il 9 novembre sono vent’anni dal crollo di quel maledetto muro, e non solo la Germania è impegnata con le commemorazioni. In Italia si sono svolti o si svolgeranno mostre, concerti e rassegne.

La notizia in pillole su byNight!

Come “Visioni all’alba della fine del mondo” una rassegna cinematografica presentata da Tekfestival, insieme alla cineteca del Goethe Institut Italien di Roma e Flv, Fleyer Live Visuals nell’ambito della collaborazione del Nuovo Cinema Aquila. Un racconto sul grande schermo che muove i primi passi nel 1978 e continua fino agli anni 2000, con produzioni indipendenti in super8, fino alle pellicole da grande distribuzione in 35mm, passando per le distribuzioni della Defa (Repubblica Democratica Tedesca).

L’evento è del tutto gratuito e inizia sabato 7 novembre alle 18, ovviamente al Nuovo Cinema Aquila. La rassegna però non è solo film, ma anche video arte. Una serie di performance dal titolo “Falling- La caduta” saranno protagoniste sempre al cinema del Pigneto, realizzate da alcuni dei video artisti della Booking Agency FLV – Flyer Live Visuals. A partire dalle 23:30 musica e video nel Foyer del Nuovo Cinema Acquila con TanzApnea.

Per l’after-party ci sarà il musicista e produttore Peter M. dell’etichetta Mannequin che aprirà il dancefloor con un set di new wave tedesca, minimal e rarities seguito dalla formazione TWB – Trix & Warbear. Alle 22.15 la distruzione del muro ricostruito all’esterno.

musica.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017