Excite

Ylenia Carrisi è morta: la sentenza dei giudici sulla scomparsa della figlia di Al Bano e Romina

Ylenia Carrisi è morta. La sola verità possibile la stabilisce, per ora, il Tribunale di Brindisi, con una sentenza che sembra voler chiudere una volta per tutte il caso della misterosa scomparsa della figlia di Al Bano e Romina Power.

Al Bano e Romina: "Eravamo stra-innamorati, il dolore ci ha diviso"

Ylenia è sparita il 31 dicembre 1994, era negli Stati Uniti, a New Orleans, e ha l'ultimo contatto con la sua famiglia quando in Italia è già il primo di gennaio dell'anno nuovo. Negli Usa, la ragazza aveva legato con Alexander Masakela, un trombettista da strada mai visto di buon occhio dai genitori della bella ragazza allora 24enne, e considerato tra i primi sospettati dopo la scomparsa di Ylenia. Le cui ricerche, partite il 6 gennaio 1995, hanno dovuto subire nel tempo l'incidenza di rivelazioni, dubbi e ipotesi contrastanti, fino al contrasto tra i genitori: da una parte Romina, convinta che la figlia sia viva, e dall'altra Al Bano, sostenitore della tesi del decesso della ragazza, tanto da presentare egli stesso richiesta di riconoscimento della morte nel novembre 2012.

Cristel Carrisi in bikini per la sua collezione di costumi CrisBerry 2015, le foto sexy

La richiesta, redatta dall’avvocato Sandro Caforio, è divenuta sentenza dopo che nessuno ha risposto all'invito, a chiunque avesse notizie, "a farle pervenire entro sei mesi dall’ultima pubblicazione" dell'atto. La pubblicazione cesserebbe di avere effetto nel caso in cui la persona torni a dare cenno della propria esistenza.

musica.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017