Excite

Zucchero: "La mia Irene non è un fenomeno da talent-show"

L'occasione è il lancio del secondo disco della figlia Irene, Vintage Baby. Da lì, il passo è breve e Zucchero ne spara di tutti i colori. Prima di tutto sul discorso raccomandazioni: "Eh no, porca miseria. Ho sponsorizzato Bocelli, io: per fargli incidere un singolo, ho chiuso a chiave la Caselli dentro un camerino, e l'ho lasciata lì finché ha promesso. E non posso segnalare mia figlia con il suo disco Vintage Baby? Non lo farei se non fosse anche brava: ma lo è".

Guarda le foto di Irene Fornaciari

Poi sulla questione Domani, solidarietà e affini: "Perché non ci inventiamo qualcosa di meno mediocre di Domani? Non me ne voglia Pagani che l'ha scritta, ma da musicista dico: sarebbe stata meglio Hallelujah di Leonard Cohen. Però adesso non scrivete che ce l'ho con Pagani, eh". Per poi aggiungere: "Si poteva lavorarci una settimana, e inventare una cosa che rimanesse nel cuore della gente".

Infine, il bluesman vira nuovamente sul lavoro di Irene: "Irene è legata alla musica vera, non è fenomeno da talent come Noemi o la Ferreri, ha fatto un percorso più complesso,l'ho chiamata all'ultimo momento a sostituire Macy Gray alla Royal Albert Hall e l'ha fatto benissimo. All'inizio le ho chiesto i suoi modelli, mi ha detto Tina Turner, Janis Joplin e io: 'Non è che ti piace la Pausini, che facciam meno fatica?'. Dicono che segua il mio stile, ma a me dicevano che ero il Joe Cocker italiano, e lui a sua volta pescava da Ray Charles. Guardi quante Amy Winehouse ci sono nei talent show, però lei si ispira a Ruth Brown. Vedendo le gare canore in tv, mi son ricordato di quando i discografici mi dicevano come vestirmi, e la mia prima moglie mi guardava: 'Ma sei proprio rincretinito' sbottava. Ora la discografia è cambiata: in peggio".

Irene Fornaciari - Spiove il sole

musica.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017