Excite

Zucchero: "Non voto, l'ho fatto una volta sola"

"Io dal 7 al 17 aprile sarò in tour in Germania, e non torno per votare: non lo faccio mai, ho votato una volta sola in vita mia, non sono un cittadino esemplare. Però l’altro giorno ho visto a Genova un manifesto enorme con scritto 'Santanché presidente': ma no, per favore. Meglio Cicciolina allora, piuttosto che una casta che sogna d’esser puttana", queste le parole del soulman Zucchero pronunciate durante una conferenza stampa organizzata per presentare il concerto del 14 giugno allo stadio di San Siro, il Sansiro Stadium Theatre.

Nel corso della conferenza stampa non è mancata la domanda sulla politica alla quale Zucchero ha risposto senza troppi indugi e cogliendo l'occasione per sferrare parole decise contro la Santanché la quale aveva commentato la reazione del cantante contro il pubblico disattento di Cala di Volpe con un: "Che impari l’educazione"

Zucchero non ha risparmato duri commenti sulla televisione. Di Sanremo ha detto: "Ero a Tangeri, ma l’ho fatto registrare e ho cominciato a vederlo. E’ tutto da rifare". Mentre ha commentato così il nuovo programma 'X Factor': "E’ da eliminare: scelgono gente bellina, le copie delle copie di qualcuno. Per trovare gruppi seri bisogna andare in provincia, dove sono belli arrabbiati perché suonano per poco, e debbono pure pagare la seconda consumazione".

Il Sansiro Stadium Theatre sarà un concerto teatrale in uno stadio. Posti numerati, poltroncine rosse, palco enorme e prezzi fra i 30 e i 60 euro più prevendita, soldi che andranno a finanziare anche il programma Onu 'Fill the cup' per i bambini del Terzo Mondo. Zucchero precisa però che il suo pubblico non rimarrà seduto a lungo "perché ai miei concerti si balla, arrivano dei raffinati hippy e non degli scalmanati: e poi hai visto che se stanno seduti e mandano sms io li mando a cagare".

In riferimento alle date del suo tour il cantante ha poi aggiunto: "Gli altri fanno 20 o 30 date e poi vanno a riposarsi. Io invece ho questa unica data italiana in un tour mondiale di 111 sere, che parte da Francoforte il 7 aprile, gira l’Europa, sale in Russia, vola verso le Mauritius, torna verso i festival estivi europei; poi fino a dicembre in Usa, Canada, Sudamerica, Australia e Giappone. Non mi perdo neppure le Canarie. Ma io sono un diesel, vado a gasolio. Solo che ogni tanto ho bisogno di stimoli". E gli stimoli sembra proprio che non mancheranno. "Già so che arriverò sul palco con una Topolino originale del 1947 - ha detto Zucchero - l’ho vista che la portavano a distruggere fra Cerreto Laghi e Castelnuovo, è stato un colpo di fulmine, ho bloccato il carro attrezzi. L’ho fatta restaurare, è pure targata Reggio Emilia".

musica.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017